La bacheca

Uno spazio comune dove poter dialogare

81 Commenti. Nuovo commento

  • Mi sono innamorata della tua canzone “io sono di terra” che ascolto dal magico disco “IN TERRA ZAPATISTA”.
    scorro copertine e titoli di canzoni e mi sento coinvolta, riconosciuta. Vorrei conoscerti, cantare e cantare, danzare…
    si puo’ fare??
    marina

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      31 Agosto 2014 23:07

      Cara Marina,

      io vivo a Roma..
      Non so se tu vivi nell’Urbe ma spero che il prossimo anno farò un po’ di concerti in Italia, invece di andare sempre raminga per il mondo ed allora, chissà, che in uno di questi io non arrivi ad incontrarti o tu ad incontrarmi?

      Spero soprattutto di fare tanti stage in italia…tieniti sempre aggiornata con il mio sito. cari saluti Lucilla Galeazzi

      Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      5 Gennaio 2015 11:54

      Ciao Marina

      Sul fatto che la mia musica dia anche voglia di danzare, non c’è dubbio, ma le conoscenze migliori si possono fare vedendo gli artisti in scena! Per ora sono in tournée con uno spettacolo sulla prima guerra mondiale e non dà nessuna voglia di danzare, anzi , fa venire una bella rabbia…Guarda le date dello spettacolo DOPPIO FRONTE con MONI OVADIA e vedi se c’è un qualche luogo vicino alla tua vita!
      Cari saluti ed auguri di BUON 2015!

      Rispondi
  • mi piacerebbe molto se veniste a cosenza nella mia citta’ avete una voce eccezionale non riesco a trovare giofa il servo del re-l’unico disco che ho di voi e’ invito di Sparagna ma vi ho ascoltato su youtube e siete bravissima vedervi a cosenza x me sarebbe bellissimo…….ciao sergio

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      31 Agosto 2014 23:09

      Mi piacerebbe molto, però non posso mettere insieme un esercito per conquistare Cosenza: bisognerebbe che qualcuno mi chiamasse! Al di là della battuta, è proprio vero che nel sud per me non è tanto facile venire!!!

      Saluti cari

      Rispondi
  • My apologies, I speak no Italian! I heard you singing with L’Arpeggiata and love to hear your voice and feel your vitality and warmth. . I understand very little of what you sing but it is a great enjoyment to hear you.
    Thank you
    Chris
    Le mie scuse, non parlo nessun italiano! Sentito cantare con L’Arpeggiata e amano sentire la tua voce e sente la vitalità e il calore. Capisco molto poco di ciò che si canta, ma è un grande piacere a sentirti.
    Grazie Chris

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      31 Agosto 2014 23:13

      Dear Chris

      I’ve a good news for you! In 27 march 2015 I will perform in Zankel Hall (N.Y) with my new projet “FESTA ITALIANA”. I hope meet you!!

      Best Regard Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Ciao sono francese e Ho veduto il concerto in aix en Provence e simplemente: Bravo Madame. Mi fai pensare a la mia famiglia italiana e sopratutto a il moi nono guiseppe un cantatore delle feste di famiglia !!! 😉
    Merci……

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      31 Agosto 2014 23:15

      Grazie Carine

      sono molto felice che lo spettacolo le sia piaciuto….anch’io mi sono divertita con il pubblico di Aix-en- Provence: molto caloroso ed attento!!

      Saluti Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Gentile Signora Galeazzi,
    su you tube la ascolto spesso insieme all’Arpeggiata ma mi manca live.
    Ho letto nel suo programma concerti di uno stage a Capriva del Friuli per il 30 novembre prossimo ma non credo si tratti di un concerto vero e proprio, o si?. Piuttosto interessante invece per me che abito a Siena sono i concerti di Perugia (22/23-1-2015) ed Arezzo (24/1/2015).
    Sarebbe bello sentirla a Siena, abbiamo tanti luoghi che ben la ospiterebbero, chissà.
    Complimenti per il suo bel canto, trasferisce emozioni……………..
    La ringrazio per l’attenzione che vorrà o potrà dedicarmi e se non la disturbo al primo concerto che “acchiappo” verrò a salutarla.
    Cordiali Saluti
    Gabriele

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      3 Dicembre 2014 2:10

      Spero proprio di salutarla anche io! Sarà uno spettacolo corposo: si parla della prima guerra mondiale e non è certo una passeggiata di salute…i racconti sono molto forti e le canzoni emozionanti. da “0 surdate ‘nnammurate” a “Ninna nanna della guerra” da “Gorizia” al canto delle operaie dello jutificio di Terni “Centurini” e poi canti in coro e solistici con Moni Ovadia…vale la pena!!

      La saluto cordialmente Lucilla Galeazzi

      Rispondi
      • La ringrazio del suo tempo per me.
        Sa, il mio babbo aveva fatto la guerra del 15/18 ed ebbe la fortuna di tornare casa ferito, vivo e con una medaglia d’oro al valor militare che gelosamente custodisco, per cui ho una attrazione particolare per quei tempi.
        Grazie ancora e a presto
        Gabriele

        Rispondi
  • Cara Lucilla –
    Sono un musicista oramai emigrato a Londra da diversi anni e proprio la lontananza dalla terra natia mi ha fatto riavvicinare alla ‘mia’ musica popolare.
    Quindi con colpevole, colpevolissimo ritardo scopro la tua voce solo ora.
    Che. Meraviglia. Il progetto con L’Arpeggiata é sublime…ma ora mi ascolto per bene anche i tuoi altri lavori.

    Io qui ho messo in piedi un progetto musicale di canzoni per lo più italiane con contaminazioni di folk inglese.
    Chissa’ magari ti interessa dare un’ascoltata: https://santamozzarella.bandcamp.com/releases

    Avrei enorme piacere di venirti ad ascoltare quando torno a Roma.
    grazie

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      5 Gennaio 2015 11:46

      Caro Santa Mozzarella, ( non riesco a capire dal tuo link come ti chiami!), il tuo progetto è buono ed anche molto inventivo. La tua idea di mescolare le musiche folk ad anche più che interessante: io l’ho trovata molto divertente ed ben fatta!

      Bravo/bravi a voi…..spero anch’io di vederti e conoscerti a Roma ( chissà, anche a Londra!!!)
      Saluti di Buon a anno 2015

      Rispondi
  • Gentile Lucilla, con la sua musica è statomcolpo di fulmine nel 2001, col Lunario. Abito nel nord Italia, mi piacerebbe poter venire a un suo concerto.
    Nel frattempo, ho desiderio di poter inserire due video, tratti dayou tube, di due sue canzobni: Quante stelle nel cielo e la luna; e Voi che amate. Mi hanno suggestionato e commosso molto, nella loro diversità che le rende uniche.

    il blog è LA CONFIDENZA LENTA. Vi si parla di animali, ma anche di poesia, soprattutto.

    La ringrazio per la sua musica e le auguro
    FELICE ANNO NUOVO 2015

    Giovanni

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      5 Gennaio 2015 11:40

      Caro Giovanni che la mia musica ti faccia emozionare…emoziona anche me per cui io esprimo le mie emozioni e le persone sensibili ne sono toccate e tu mi sembri proprio sensibile! Se vuoi mettere la mia musica nel tuo sito, sarà un’occasione in più data ad altre persone interessate alle tue proposte d’incontrare il mio lavoro musicale!

      Buon anno anche a te….2015 non fare scherzi!

      Rispondi
  • Bravissima Lucilla,

    fino a qualche anno fa mi sono dedicata tantissimo al canto popolare che rimane la mia grande passione. Ascoltarti mi fa venire una voglia matta di ricominciare. A quando il tuo prossimo stage a Roma ?

    Spero di partecipare quanto prima ad un tuo corso e poterti conoscere personalmente.
    Tantissimi auguri per uno splendido 2015 e per tanta meravigliosa musica !
    Susanna

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      29 Maggio 2015 2:16

      Gli stage che organizzo sono generalmente a Terni, dove sono nata o a Roma.
      Bisogna consultare sempre il mio sito poiché in settembre 2015, probabilmente organizzerò un altro stage, naturalmente nel fine settimana!

      cordiali saluti

      Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Grazie! Speravo in questa risposta. Pubblicherò il post a breve, allora.
    Spero di poter venire presto a un tuo concerto, in questro 2015!

    Buon anno e Buona Musica

    Rispondi
  • Gentile Lucilla, ecco il post pubblicato, ancora con tanta gratitudine da parte mia.

    http://laconfidenzalenta.blogspot.it/

    http://laconfidenzalenta.blogspot.it/2015/01/quante-stelle-nel-cielo-con-la-luna-due.html

    Rispondi
  • Ciao Lucilla, spero che potete venire nel Regno Unito, altrimenti dovrò avere una vacanza italiana! Mia figlia vittoria mi ha dato il CD ‘Stagioni’ per Natale. Brillante!
    Esso unisce Runrig e Karen Mattheson,(Capercaille) nei miei preferiti e haven ‘ t cambiato per anni fino a quando ti ho sentito cantare con L’Arpegiata.I anche godono il vostro website.thank è Chris (Italian)

    Rispondi
  • Bonjour Lucilla,

    Je suis française et je travaille sur un solo en tant que chanteuse accordéoniste.
    J’ai fait une adaptation de votre morceau “ah vita bella”,est ce que vous me permettriez de le jouer sur scène,svp?
    Est ce que vous savez comment ça se passe pour vos droits d’auteur?
    Pouvons-nous rentrer en contact,svp ?
    J’ai un producteur sur Paris et nous souhaiterions vous faire part de nos intentions musicales.
    Je vous remercie

    Corinne

    Rispondi
    • lucilla galeazzi
      5 Marzo 2015 6:57

      Bon jour

      bien sur que vous pouvez me contacter attravers mon FACEBOOK ou avec mom nmail que vous pouvez trouver dans le CONTATTI…

      SALUTATIONS L.G

      Rispondi
  • Ingeborg Strobl
    20 Febbraio 2015 12:16

    Dear Lucilla Galeazzi,
    I come from Vienna, Austria, and have been a great fan of you and your music for years. Since I have never seen you live in a concert I was very glad to read on your homepage, that you are giving a concert in Torino on March 22nd, 2015. Unfortunately, there is no possibility to book tickets online. Your link automatically connects me to Lingottomusica, but after phoning up there personally, they knew nothing about a concert with you on that date.
    Can you please help me? I have already booked accommodation in Torino.
    Thank you very much in advance for your – hopefully – quick response.
    Best regards
    Inge from Vienna
    email: ingeborg.strobl@chello.at

    Rispondi
  • roberta zanini
    25 Febbraio 2015 19:40

    Carissima Lucilla, sono Roberta, un’insegnante di scuola primaria…confesso che non ti conoscevo, ma l’altra settimana cercavo un testo anche musicale per un progetto da realizzare con i miei bambini di sette otto anni sul tema della casa…e ti ho trovata!!!
    Adesso come fare non desiderare di conoscerti??? Devo anche chiederti un aiuto per insegnare la tua splendida “Voglio una casa” ai miei alunni che già la cantano seguendo le varie versioni che troviamo su Youtube…ma vorrei chiederti quale po’ essere quella più adatta per le lor voci…puoi aiutarmi e darmi qualche suggerimento?
    Aspetto una tua risposta….grazie di cuore!!
    Stiamo preparando un piccolo contributo all’interno di un progetto dell’Unicef , sede di Modena, uno spettacolo dove noi vorremmo sviluppare il tema del diritto alla casa, parole di bambini, parole di grandi intrecciate a una storia e perché no una canzone sull’argomento!!!
    Ancora grazie se mi potrai aiutare
    Roberta

    Rispondi
    • lucilla galeazzi
      3 Marzo 2015 23:40

      Cara Roberta , mi fa molto piacere che VOGLIO UNA CASA ti piaccia. Per contattarmi utilizza FACEBOOK Lucilla Galeazzi…naturalmente, impegni permettendo mi piacerebbe venire a Modena per lavorare con i bambini!!!

      Saluti Lucilla Galeazzi

      Rispondi
      • roberta zanini
        7 Marzo 2015 3:19

        grazie mille dell’attenzione…e della disponibilità. mi metterò al più presto in contatto!! A prestissimo!!!
        Roberta

        Rispondi
  • Simone Francioli
    12 Marzo 2015 17:22

    Buonasera, sono Simone Francioli, giornalista del quotidiano online umbriaOn. La contatto perché ci piacerebbe realizzare un’intervista video con Lei in merito alla sua carriera e ad altre vicissitudini legate a Terni. In attesa di risposta Le auguro una buona serata. Cordiali saluti.

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      29 Maggio 2015 2:19

      Sarò a Terni nei giorni 3/4/5 giugno. Calcolando che il 3 ed il 4 ho sempre lezione, la cosa migliore sarebbe il 5 poiché sono libera da impegni, a parte quelli serali!

      Saluti Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Salve, cara Lucilla!

    Scrivo per mandarti un piccolo regalo:

    Mi chiamo Ibaney Chasin, e sono professore presso l’Università federal della Paraiba (Brasile). Lascio, ancora, il mio sito web http://www.grupocamena.com Suono il chitarrone e la chitarra barocca.

    La tua musica è umanissima, e questo, per me, deve essere il centro di nostra arte musicale…

    Vorrei farti, ancora, una domanda: sarebbe possibile acquistare i diritti autorali (copyright) di Sogna fiori mio? Il Grupo Camena dovra registrare il suo primo cd, e sarebbe un enorme piacere potere registrare la tua belissima musica.

    Spero potere conoscerti personalmente qualche giorno e, chissa, suonare con te!!

    Sorte nella vita, e nella arte!

    Ibaney

    Rispondi
  • Cara Lucilla,
    la sua voce è bellissima. Ho letto nel suo sito che ci sarà un corso a Terni nel mese di Maggio ma non è specificato chi sono i destinatari.
    La saluto con ammirazione.
    Patrizia

    Rispondi
    • lucilla galeazzi
      26 Marzo 2015 11:42

      Gentile Patrizia,
      il corso è indirizzato a coloro che amano la musica popolare italiana e la praticano a più livelli: cantando in gruppo, cantando da solisti, in trio, quartetto, nei cori..eec…ecc..diciamo per amatori avveduti!!!
      Cordiali saluti

      Rispondi
  • Cara Lucilla
    grazie per la forza della tua voce! Mi sembra bellissimo e generoso anche che rispondi a questi messaggi. Ti ho scritto un messaggio sulla tua pagina personale facebook per chiederti un consiglio personale, spero lo leggerai anche li. Beatrice

    Rispondi
  • paola campion
    20 Maggio 2015 14:39

    cara lucilla

    c’è in programma per l’estate qualche stage di canto popolare tipo quello di Terni di maggio,
    grazie!

    paola

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      29 Maggio 2015 1:52

      Per ora no in Italia. darò uno stage a Coaraze, 30 Km da Nizza, nelle colline alle spalle, dal 4 al 7 di agosto.
      Probabile che in un fine settimana di settembre ne farò un altro!
      Tieniti sempre informata attraverso il sito!

      Saluti

      Lucilla

      Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      4 Aprile 2016 5:34

      Sì, a Terni in ottobre 2016. Segui la mia pagina Facebook!

      Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      7 Maggio 2016 0:32

      Cara Paola, ci sarà uno stage a Terni (Cesi) in un week and di ottobre! Presto ne avrai notizia perché lo posterò nel mio sito!

      Rispondi
  • Salve, mi piacerebbe tanto partecipare a uno stage di musica popolare. Ho visto che ce n’è stato uno di recente, maggio, a Terni. Ne avete altri in programma?

    Grazie!

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      29 Maggio 2015 1:54

      Per ora no in Italia. Darò uno stage a Coaraze, villaggio sito a 30 Km da Nizza, sulle colline alle spalle della città, dal 4 al 7 di agosto.
      Probabile che in un fine settimana di settembre ne farò un altro!
      Tieniti sempre informata attraverso il sito!

      Rispondi
    • Si, ne avrò un’ altro, sempre a Terni ma quest’anno sarà in ottobre. Appena fissata la data, partirà la pubblicità sul sito!
      Cari saluti Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Bénédicte
    13 Giugno 2015 23:32

    Bonsoir , je suis Française et je cherche les paroles en dialecte de : sogna fiore mio,
    pouvez-vous me les envoyer par mail
    Merci

    Rispondi
  • Lucilla Galeazzi
    14 Giugno 2015 11:37

    Bien sur, mais je n’ai pas votre mail!

    Salutations

    Lucilla Galeazzi

    Rispondi
  • Ciao Lucilla! Ho partecipato al tuo stage a Cesi di Terni ed è stato divertente rivitalizzante e molto istruttivo…la voce si è talmente sciolta che ho campato di rendita per un mese! Il mio gruppo ed io ti volevamo invitare a tenere uno stage di musica popolare ad Acquapendente per quest’autunno. Ne possiamo parlare?
    Grazie! A presto. Rossella

    Rispondi
  • Mario Corbino
    27 Agosto 2015 13:58

    Mia cara, questo è stato il mio invito su Facebook ad ascoltare la tua voce. Sei brava!

    E’ stata per me una grande emozione. “Bella Ciao” delle mondine, nella interpretazione di Lucilla Galeazzi. Il ritmo molto lento e la voce limpida mi hanno riportato a quando, negli anni sessanta pensavamo a una sinistra sana e sincera. Perché quella che sognavamo era diversa dalla sinistra che oggi troviamo in giro, nel panorama politico attuale. Quella sinistra era passione, onestà e rispetto, e in tanti ne eravamo fieri. La sinistra di oggi invece è arroccata su un ideale superato, e se ne parla solo per trovare qualche consenso in più. Niente a che fare con i tempi di Enrico Berlinguer, di Nilde Jotti e di Luciano Lama.
    Cercate la voce di Lucilla, e rivivrete un momento magico, che non esiste più! E se dovesse spuntarvi una lacrima non dovrete rammaricarvi: quella è passione, non rigurgito di vecchiaia.

    Rispondi
    • Caro Mario Corbino

      mi fa piacere questo tuo messaggio! Guarda che quel repertorio di canti popolari, che abbiamo cantato fino a consumarli, porta dentro sudore, speranze e lacrime degli autori, spesso anonimi! Per questo sono così forti e così immortali! Oggi viviamo nel quotidiano, non sappiamo più neanche quello che è successo 3 giorni prima: abbiamo la memoria abrasa da un bombardamento continui d’informazioni che sembrano però essere scollate l’una dall’altra e non fanno mai storia ma “avvenimento”! Come se le centinaia di migliaia di rifugiati non venissero da una dissennata politica in medio oriente condotta dagli USA e dall’Europa ma dalle stelle. E poi, una politica tanto cieca e senza lungo respiro, mi fa pensare ad una politica condotta da una classe di Paperon dei Paperoni mondiali) la quale non può e non sa vedere al di là della propria sopravvivenza!

      Rispondi
  • carla santicchia
    8 Dicembre 2015 22:06

    ciao Lucilla, sono italiana ma vivo in Francia. ti ho vista in concerto al teatro municipale di Rezé l’anno scorso. sono una tua fan.Faccio spettacoli per bambini e canto in un gruppo di canti di rivolta del mondo. vorrei tanto partecipare a un tuo stage di canto. in Francia sarebbe più accessibile, in Italia de vedere. dove posso trovare il programma degli stages che proponi?
    grazie per la generosità che trasmetti
    Carla

    Rispondi
    • Cara Carla
      di stage in Francia ne faccio pochi, ma ce n’è uno storico che faccio dal 2000, quindi quest’anno sarà il 16 anno!
      Si tratta di una Associazione di Coaraze, un villaggio alle spalle di Nizza, dove verso i primi giorni di agosto, faccio sempre uno stage dicanti popolari! L’associazione si chiama
      Rencontres chorales de l’olivier
      http://www.coazart.com/
      Les Rencontres de l’olivier ont été créées en août 2000 à Coaraze (Alpes-Maritimes) par l’association Le Cadran solaire.
      Ecco, se ti colleghi al sito puoi domandare le date esatte e tutto il resto!
      Saluti Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Ciao Lucilla,
    sono Simona e vivo vicino a Firenze, mi sono innamorata della tua voce e della tue canzoni in particolare “Voglio una casa” e “Quelle parole”…vorrei sapere quando pensavi di fare un concerto vicino a Firenze e se organizzi dei corsi di canto mi piacerebbe molto imparare da te.
    Non so se è fattibile, ma sarebbe veramente bello!!!
    Ti abbraccio forte e spero di riuscire a vederti e magari a conoscerti.
    A presto.
    Simona

    Rispondi
  • Tieniti sempre informata sul mio sito poiché annuncio per tempo sia gli stage che faccio in Italia che in Francia!!

    Rispondi
  • Ciao Lucilla,

    Sono francese e vivo in Francia a Tolosa. Mi molto piace ascoltare suoi canzone “Voglio una Casa”, “Ah Vita Bella”, “Turlulu” etc…. Per favore venite a fare un concerto a Tolosa questo anno, saremo numerosi a venire ad applaudirti !
    A presto,
    Bertrand

    Rispondi
  • Ciao Lucilla,
    ieri ero a Rebibbia, siamo entrate insieme ma non ti ho riconosciuta… (ti avevo vista e sentita cantare tempo fa al circolo Bosio).
    Ho ascoltato per la prima volta la tua “Voglio una casa”, che ho trovato bellissima, per me e per le donne che ti sentivano con entusiasmo! Grazie!
    Elena

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      4 Aprile 2016 11:49

      Cara Elena

      quella canzone è nata dal cuore! “Voglio una casa ” è insieme un desiderio, un sogno , un voto! Celebra la gioia per la vita, per l’amore per noi stessi e per gli altri!
      La casa, come simbolo di accoglienza, di sicurezza, di tetto per proteggerci ma anche luogo per fondare famiglia ed amicizia ed amare, siamo NOI! La casa ci somiglia , non a caso!
      Mi fa piacere che ti sia piaciuta…se andate in YOUTUBE la trovate …in una versione corta con un gruppo barocco cantata a Parigi, postata con lo strano titolo DIRIDINDIN
      saluti Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Davvero emozionante stasera…lo dico da qui. Grande voce che arriva dentro senza bisogno di bussare. Complimenti. Federica

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      4 Aprile 2016 11:56

      Grazie Federica

      sei molto gentile e affettuosa! Sono contenta di averti emozionato, perché le emozioni sono parte importante della nostra vita. In ogni caso tu hai colto quella emozione che già io stavo provando!

      Grazie Lucilla

      Rispondi
  • Sei una grandissima .volevo chiedere ma esiste in commercio la base di ah vita bella?

    Rispondi
  • ann vandeneynde
    19 Aprile 2016 22:57

    buonasera,
    sono insegnante a Bruxelles e stasera l’ho fatta conoscere ai miei corsisti…
    abbiamo cantato insieme “voglio una casa”, progettandola sullo schermo ( versione con l’arpeggiata)
    abbiamo passato un bel momento, Lei è una grande dama, che gioia!
    un caro saluto
    Ann

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      7 Maggio 2016 7:30

      Cara Anna, oggi sabato 7 maggio sono a Bruxelles perché il 5 di maggio ho dato un concerto alla chiesa di santa Gertrude, a Laakdal. Sempre buona musica!

      Rispondi
  • Roger Vanoppen
    6 Maggio 2016 9:17

    Che bello concerto nella chiesa in Belgio 5 maggio. Che bella Voce …. Che Artista gentile …. Che buoni Musici (con l’ assistenza da piccolo ragazzo:) …. Sempre una fiesta da vedere La Grande Lucilla cantante 🙂 … Mille grazie !

    Rispondi
  • Ciao Lucilla
    Merci pour ce magnifique concert donné sur l’île de Tatihou en Normandie. Quelles voix magnifiques, quelle enthousiasme ! On aurait voulu vous écouter jusqu’au bout de la nuit !

    Grazie Lucilla

    PS : la tarentella est une autre merveille que je ne cesse d’écouter !

    Rispondi
  • Sentita a Piazza del Popolo proprio ora: complimenti, formidabile

    Rispondi
  • Ana Carina Buccieri
    5 Luglio 2017 23:26

    Cara Lucilla,

    Vi scrivo dall’Argentina.

    Da pocchi giorni ho scoperto la sua canzone “Voglio una casa” quasi per caso, grazie al gruppo L’Arpeggiata.

    Siccome mi è piaciuta tanto la forza de la sua voce e la musica che lei fa, ho cercato il suo nome sulla internet per sapere un pò più sulla sua carriera.

    E grande è stata la mia sorpresa e soddisfazione quando ho saputo che lei è ternana!

    Terni, in fatti, e come la mia casa in Italia, perche la mia famiglia (anche se di origine calabrese come quasi tutti noi argentini) ha degli amici molto cari che sono di là. E io ci sono pure stata tantissime volte; anzi un mese fa mi trovavo lì.

    Purtroppo ho scoperto lei soltanto adesso che sono dall’altra parte del mondo.

    Communque vorrei fare i miei complimenti per la sua musica e il suo talento. Magari in uno de i miei prossimi viaggi in Umbria possa conoscerla personalmente.

    Lei e bravissima, complimenti!

    Un saluto da Buenos Aires.

    Ana Carina Buccieri

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      12 Luglio 2017 18:36

      Cara Ana
      grazie del suo bel messaggio e del fatto che lei conosce e apprezza la mia città..ormai da tempo vivo a Roma ma sto a soli 100km dalla mia famiglia..così quando posso, io li vado a trovare e rivivo le memorie dei miei e della mia famiglia e degli amici( tanti) che ho lì!

      La saluto da Roma che oggi è calda come un forno!!

      Rispondi
  • JOSÉ CORRADO
    11 Luglio 2017 6:16

    Lucilla , me llamo José Corrado, hijos de Calabreses de Oriolo Cosenza o la bassilicata . Soy arquitecto Mi hermano abogado, vivo en Lomas de Zamora cerca de Buenos Aires, Argentina. Amanta de la pintura, la musica, desde que conoci tu arte no paro de emocionarme hasta las lágrimas con muchas de tus interpretaciones. se que estuvistes en Buenos Aires y entonces no pude ir a verte. te envio alguna cosas escritas que deberían ser traducidas de mejor manera. espero alguna de ellas las puedas leer e inetrpretar . de todos modos vaya mi admiración y el agradecimiento por tu emoción y sensibilidad en cada interpretación.

    JOSÉ CORRADO
    Poesia

    Parlando di creazioni in cui si mette molto di più di colori su una tela, parole sulla pagina bianca, o il genio e l’industria dei mattoni che ha aggiunto ad una chiarezza completa dritta del palazzo, è quello di parlare di questi libri.
    Nato dalla necessità urgente di avere qualcosa da dire e lasciare per il tributo della loro lotta ha permesso di presentare.
    Sono due parti inseparabili di un tutto, ma questo ben di un libro.
    “La ragione è in ritardo e male in luoghi il tuo cuore ha conosciuto.
    Le prime parti di entrambi i libri sono: “Love of Life” e “Passione per la Vita” in essa rifletto le esperienze dell’infanzia e della prima giovinezza.
    Un amato era di lotta e di gioia senza precedenti per una semplice ma profonda dove non manca né pane né libri sulla giusta scelta di coloro che accedono alla saggezza bypassando la vita della classe.
    Pertanto la foto del passaporto di mia madre a 19 anni Debio modificare le alberi campo e ulivi da una fabbrica a 14.000 Km.
    Ma a meno che stare insieme, l’amore, la solidarietà e la speranza nei loro figli che è venuto per riscattare la storia.
    Se questo periodo è stato bello, e pieno di felicità è inevitabile passaggio alla seconda parte dei due libri “Amore la terra” e la passione per la terra “.
    Unire le prime due parti dei libri nel terzo e ultimo di ogni “Love the Way” e “Passione per la strada” .Questa ultima sezione è dedicata ai temi senza tempo che se la sono vissuta sopra completano perfettamente il ciclo il nostro tempo sulla terra, dando senso, la comprensione, facendo un profondo onore alla vita.

    AUTORE Architect J ose Corrado

    Foto di tapas, Antonia Amendolara
    Portela 1340 (1832) Lomas de Zamora Provincia di Buenos Aires in Argentina. TE: (011) 4 – 245-0711 (011) E-mail 15-4-4388432.- .. josecorrado@hotmail.com

    Love to Love

    Immigrant mano

    Duro come roccia, morbida come la seta,
    contenuta nel suo soggetto ordine bipolare
    l’universo.
    Giovane mano andato in guerra e premuto un grilletto
    senza coscienza, caricate le armi per le dichiarazioni infami.
    Egli sopravvisse.
    Cercò rinato sulle rovine del suo popolo,
    e non posso sopportare la sua vita ritrovata.
    La mano ha messo un pane duro e un cambio di vestiti in borsa.
    Dopo un bye fazzoletti bianchi e lacrime, attraversato il mare
    spingendo attraverso il pesce che non riusciva a fermarlo.
    Andò a piantare il suo seme in un altro paese
    e là duramente domatore, strappato,
    pane, il suo orizzonte, il suo tetto.
    Quella stessa impugnatura e tenace lavoro
    era dolce carezza, gettato nel suo amore,
    a germogliare e fiorire nella loro hijos.-
    Nato a riscattare con la storia, con la sua storia.
    Ottenere che mano dopo tutto,
    essere pala, aratro, fisarmonica, il vino, la macchina, la terra e il sole
    era profondamente radicata nella nuova terra.
    E la vita stava scivolando via come sabbia tra le dita dei piedi.
    Non ci sarebbe lieto fine.
    La lotta sarà lunga e difficile contro la storia,
    ma la sinfonia è incompiuta.
    Spero che i tuoi occhi non vedono, il suo frutteto è trasformata in un deserto,
    e la sua mano si trasformò in una colomba
    non incarnarsi in loro nipoti, di volare verso altre terre,
    e di essere ancora una volta, le mani immigrati. Joseph Corrado

    JOSE CORRADO
    IL FICO
    Nobiltà, se del caso, del fico viaggiare.
    Una fetta schiacciata nella parte inferiore del tronco,
    Con la vita nella sua linfa pronto a germogliare,
    nella nuova terra,
    anche se strano, ha mantenuto un posto.
    Portando nascosto, la sua dimensione, la sua ombra e il suo frutto senza fiori.
    Assomigliava il “Tano” che l’ha portata, un clandestino.
    La pelle ruvida e interni dolce,
    cresciuto, aveva figli, era un servo fedele che piantato.
    A forma di pera petto, fiore interiore,
    la forza di madre,
    se anche il capezzolo verde, latte emerse.
    Quante volte il tuo miele con passione rossa,
    la mancanza di pane, la fame placata.
    Sembrava un regalo,
    per quelle vite così difficile,
    dare un forte impianto come la frutta dolce,
    dolore di accompagnamento.
    Davvero ….. un dono di Dio.

    Joseph Corrado
    9 marzo 2002

    Passport photo

    Tonica in seppia sinfonia marrone.
    Terra di sangue e terra del destino,
    asciugò il viso
    cucita con le lacrime.
    Attraversò il mare e non tornare, ha aperto la strada.
    Solo diciannove,
    e due trecce nere intorno alla testa.
    Ferite di guerra nelle orecchie e l’anima,
    con i suoni di bombe che attraversano,
    diventando Terror
    il presagio di una tempesta.
    Venia alberi campo, d’aria e di ulivo,
    Il cottimo fabbrica e attese.
    Con un indirizzo in tasca,
    e una luce di speranza nei suoi occhi.
    Oggi il tempo e modo,
    Ha scoperto con orrore quando si apre un cassetto,
    un passaporto moderna,
    dove
    e senza trecce, feriti un’altra guerra,
    ma con lo stesso dolore,
    ha visto la foto di sua nipote
    piangere a colori.

    Joseph Corrado,
    23 Mar 2002

    Passione per Passion
    Dolore

    Red Blood Madrid
    che scaturiva treni.

    Rosso sangue Baghdad
    città aperta di dolore.

    Rosso sangue di New York
    Ha fatto la polvere volò in aria.

    Rosso sangue Tel Aviv
    che attentatore suicida si è fatto esplodere innocente.

    Rosso sangue la fame
    magro osso che si muoveva.

    Rosso sangue Mondiale
    che i fiumi e mari pieni.

    Potenza Lying
    Sdraiato religione
    Perché deve essere dolore diverso?
    se lacrime e sangue
    Essi sono dello stesso colore.

    Joseph Corrado 15 marzo 2004

    Passion Of The Passion
    Egoismo

    Non mi importava
    il dolore del mio vicino di casa
    né il suo dolore mi affliggeva.
    Le tue lacrime non mi bagnano.
    I suoi gemiti
    le mie orecchie non arrivano.
    Le sue ferite
    non fanno male il mio corpo.
    La loro fame non è per me,
    Né il suo lamento
    e il suo collasso.

    Così oggi
    il dolore è mio
    e le lacrime mi annegano.
    I miei gemiti sono grida
    muto nel vuoto.
    Le mie ferite non fanno male
    in altri organismi.
    La mia fame nessuno in carica,
    Non il mio rammarico
    e il mio crollo.
    Così oggi … sono sola
    come tanti nel mondo
    attesa per il conto alla rovescia
    finitura giorno
    quando l’egoismo
    mettiamo tutto
    un ginocchio in fila
    in modo che solo
    Sicuramente da solo!
    siamo noi spariamo
    la sua vittoria in testa.

    Joseph Corrado 29 marzo di 2.004

    Rispondi
  • a quando un concerto in Francia, cara Lucillia?

    Rispondi
  • Buonasera sig.ra Lucilla sono Marco e sono un Musicoterapeuta ed infermiere di un dipartimento di salute mentale di una asl di Roma , lavoro in una ns comunita’ terapeutico riabilitativa e con i ns ragazzi facciamo musica in maniera molto istintiva senza che nessuno abbia la pretesa di diventare dei veri musicisti ( anche se non se la cavano niente male ), Per noi la musica diventa una “scusa” ” un luogo ” dove giocare , socializzare , esprimere emozioni usando l’arte sotto ogni forma che i ragazzi possano proporre ( poesia -narrazione – ricerca etnomusicologica dei brani ) ….le ho scritto semplicemente per dirle che ho ascoltato per caso delle sue canzoni e le trovo veramente belle e ricche di spunti , anche per il mio lavoro , dato che propongo frequentemente la musica popolare, genere che si presta molto all’utilizzo delle percussioni.( strumenti istintivi e primordiali dell’uomo ).
    Nel salutarla le invio i miei complimenti e quelli dei ns ragazzi per la sua voce potente ed estremamente precisa…. e scusi per la mia intrusione…grazie e ancora complimenti.

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      30 Gennaio 2018 17:53

      Caro Marco e ragazzi

      io trovo che la musica sia una delle terapie più efficaci: le canzoni poi, visto che includono anche le parole, sono delle vere e proprie emozioni trasformate e sublimate ! Se la musica dalla notte dei tempi fa parte del bagaglio dell’uomo, se non c’è popolo al mondo che non la utilizzi per i più svariati usi (religiosi, magici, corteggiamento, seduzione e lo fanno anche altri appartenenti al regno animale!!!) una ragione deve ben esserci…! Grazie per i complimenti e segua il sito così sarà informato !

      Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Ciao Lucilla,
    Sono un tuo appassionato fan, ti seguo da sempre. Ho quasi tutta la tua discografia, solo che non riesco a trovare l’album “Il vaso di Pandora” di Giorgio Lo Cascio dove tu hai collaborato e cantato. Vorrei sapere gentilmente se questo album è stato pubblicato perché ho girato mari e monti per trovarlo senza purtroppo alcun esito. Sai se c’è modo di disporre di questo album? Un saluto e grazie per la tua cortese disponibilità. Carmine

    Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      4 Luglio 2018 10:31

      Purtroppo non ho risposte da darle….Giorgio, purtroppo, se ne è andato presto e neanche io ho quel disco, il che la dice lunga!!!!
      Cordiali saluti

      Lucilla Galeazzi

      Rispondi
  • Cara Lucilla,
    Sono una ragazza di 26 anni che cerca la propria strada nel mondo e, soprattutto, una propria strada musicale e un modo per viverla. Un giorno ho sentito su YouTube una sua esecuzione e sono rimasta folgorata. Ogni qual volta che ascolto la sua voce, lei riesce a toccare la mia anima e a palesare ogni tipo di emozione, dalla commozione all’estasi. La ringrazio davvero di mettere a servizio dell’Arte e della Bellezza la sua sensibilità e preparazione. Lei è esempio di come si dovrebbe vivere la musica. Spero di riuscire a sentirla dal vivo e spero che quel giorno arrivi presto. Nel frattempo, proverò a scoprire il mio modo di fare musica avendo come riferimento la sua voce, cara Lucilla. Le auguro una buona estate.

    Rispondi
  • Francesco Coccia
    23 Ottobre 2018 20:48

    Ciao Lucilla.
    Ho visto ieri per caso, il film “Il contagio” dove sono rimasto folgorato dalla tua interpretazione de “Quelle parole”.
    Non conoscevo la tua persona ed il tuo nome ma conoscevo la tua voce perchè poi l’ho riconosciuta in qualche interpretazione: per esempio “passerà” e sicuramente in altre canzoni con Giovanna Marini.
    Quest’oggi quindi, volendo condividere con amici questa “mia scoperta” ho trovato in una di esse una tua alieva che ha fatto 3 stage di canto popolare con te (Daria F.) 😀
    Allora di nuovo complimenti per la tua canzone e interpretazione; comincerò a documentarmi sulle opere e attività.
    Buona vita

    Rispondi
  • Oleg di Russia
    26 Ottobre 2018 10:23

    Boungiorno, potrebbe indicarmi che dialetto e’ “sogna fiore mio”?

    Rispondi
    • Oleg di Russia
      29 Ottobre 2018 7:32

      cioe’ – il testo della canzone.

      Sogna fiore mio, sogna e riposa
      Chiude sta vocca che pare na rosa
      Sogna chiude gli occhi tunne tunne
      Ca quanne sogni tu sogna gliu munne
      etc/

      Rispondi
    • Lucilla Galeazzi
      24 Febbraio 2019 20:50

      E’ un dialetto del basso Lazio , zona Maranola , che è un piccolo paese sulla montagna ale spalle di Formia

      Rispondi
  • Oleg di Russia
    29 Ottobre 2018 7:37

    e vorrei avere il testo della canzone) <3

    Rispondi
  • Lucilla,
    Oh, I’m surprised you respond to people who love your music. But wait a minute……….If you are reading my email………. then you are not singing and making beautiful music. Stop reading my email and get back to work! I can’t wait for what I will hear from you next.

    Rispondi
  • Lucilla Galeazzi
    27 Marzo 2019 18:13

    Purtroppo non so dirtelo poiché Giorgio è morto qualche anno fa e la famiglia non so dove si sia spostata! Proverò a chiamare la moglie o i figli!!! Saluti Lucilla Galeazzi

    Rispondi
  • Immensa Lucilla ti ho visto a Caltanissetta durante il concerto Bella ciao.Voce sublime ascolto con emozione Dormi fiore mio e i brani con l’arpeggiata.Spero di assistere a un tuo concerto per condividere attraverso la tua voce emozioni senza confini o barriere Ciao

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Menu